Sono numerosi i vantaggi che la sensoristica intelligente può apportare al mondo dell’oleodinamica: scopriamo di più.

L’industria dell’oleodinamica sta abbracciando sempre di più le dinamiche e i processi che costituiscono l’Industria 4.0, utilizzando, ad esempio, sensori intelligenti che facilitano i sistemi idraulici a tener monitorato lo stato di salute dei propri componenti.

Se vuoi saperne di più puoi leggere: Idraulica digitale: la frontiera del 4.0

I vantaggi nell’utilizzare i sensori intelligenti per supportare i sistemi idraulici, comprendono principalmente la possibilità di raccogliere dati sullo stato di salute dei componenti della centraline stesse. La gestione dell’inventario delle macchine idrauliche può essere ottenuta utilizzando sensori basati sull’identificazione a radiofrequenza (RFID) collegati a collettori, valvole di controllo direzionale o valvole di ritegno. Utilizzando i campi elettromagnetici, le etichette di identificazione attaccate al meccanismo idraulico possono aiutare a razionalizzare l’inventario dei dispositivi di potenza fluida.

Inoltre, la possibilità di integrare i sensori intelligenti con apparati idraulici offre una visione a 360° dell’intero sistema.

DELTA2 offre soluzioni all’avanguardia per qualsiasi tipo di impianto o di centralina oleodinamica per molteplici settori applicativi, dall’automotive al settore della carta, a quello dell’edilizia.

Compila il form qui sotto per richiedere informazioni. 

Hai bisogno di una consulenza per la tua centralina oleodinamica?

DELTA2 Oleodinamica ha la risposta per qualsiasi tua esigenza! Non esitare a contattare i nostri tecnici!










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    Previous articleL’ABC dell’oleodinamica: i punti di forza di DELTA2 Oleodinamica nel supporto al cliente in fase di movimentazione e stoccaggio della centralina
    Next articleIl boom degli acquisti online rilancia il settore del packaging green

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here