Il settore del Food & Beverage sta affrontando una fase evolutiva senza precedenti, agevolato dall’emergenza sanitaria e da quella economica.

I trend del delivery e del canale dell’e-commerce hanno subito un’impennata e per questo il mercato sta delineando nuovi percorsi e profili per individuare le prossime mosse con cui poter ricominciare in questa nuova normalità:

  1. Il boom dell’e-commerce non è passeggero: anche i negozi più piccoli e i locali indipendenti hanno scoperto il digitale e questo offre agli utenti un’offerta sempre più diversificata; 
  2. La sostenibilità dei prodotti offerti è un must: in seguito a questa crisi sanitaria, il mercato si è reso conto sempre più di quanto un approccio responsabile verso l’ambiente sia una necessità per continuare a crescere nel medio-lungo termine
  3. La qualità viene riconosciuta: consumatori sempre più informati e consapevoli esigono prodotti con elevati standard qualitativi
  4. E’ importante costruire la brand awareness: studi dimostrano come il consumatore si fidi sempre di più delle marche che conosce bene 
  5. Il mercato è sempre più globale: si è visto come nel 2020/2021 sarà soprattutto il mercato estero a sostenere la ripresa.

Vari studi prevedono una crescita del 2,2% tra il 2020 e il 2021 per i cereali, le carni, l’ittico e gli oli vegetali.

I dati dell’export italiano sembrano confermare la resilienza del settore: la pasta italiana, in particolare, dopo il record di 2,6 miliardi di euro in esportazione nel 2019 a marzo ha fatto registrare un ulteriore balzo nelle vendite all’estero.

Una ricerca condotta da DNV GL, tra gli enti di certificazione più attivi del settore, evidenzia come l’emergenza COVID abbia portato in primo piano i temi della sicurezza alimentare, e rimangono molto importanti anche tematiche come quelle legate agli aspetti ambientali e sociali. In particolare, i consumatori sono attenti a una lista ingredienti chiara e all’originare del prodotto e degli ingredienti, ma anche a d aspetti di sostenibilità come confezioni compostabili o riciclabili, misure per ridurre lo spreco alimentare e rispetto per il benessere animale.

DELTA2 Oleodinamica mette a disposizione le proprie risorse e le proprie competenze per la progettazione e la realizzazione di centraline oleodinamiche custom made per qualsiasi tipo di applicazione industriale, tra cui quella del Food & Beverage

Scopri di più cliccando qui o compila il modulo sottostante! I nostri tecnici ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Hai bisogno di una consulenza per la tua centralina oleodinamica?

DELTA2 Oleodinamica ha la risposta per qualsiasi tua esigenza! Non esitare a contattare i nostri tecnici!










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    Previous articleL’ABC dell’oleodinamica: come scegliere una centralina oleodinamica
    Next articleIl settore cartario ha saputo far fronte alla pandemia

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here