E’ importante effettuare una corretta manutenzione su un impianto oleodinamico, questo gli permette di operare nella piena efficienza, mantenendo ritmi di operatività elevati ed evitando cali di efficienza e di prestazioni. 

Molto spesso questo tipo di attività è sottovalutata, anche se, nel caso cui venga fatta con regolarità, evita che si effettuino interventi di sostituzione di numerosi componenti, che comporterebbero costi elevati e blocco dell’attività lavorativa, non programmata. 

Da un punto di vista ecologico e di risparmio economico, la mancata manutenzione di un impianto oleodinamico può generare un innalzamento delle emissioni prodotte e dei costi di esercizio, dovuti, ad esempio, ad un elevato consumo energetico generato da un elevato assorbimento o per le inevitabili riparazioni dei componenti oleodinamici usurati.

Di seguito elenchiamo le principali attività da effettuare per una manutenzione efficiente dei componenti oleodinamici:

  1. Manutenzione ordinaria del motore
  2. Pulizia dei filtri e sostituzione dell’olio
  3. Mantenimento della giusta temperatura dell’olio
  4. manutenzione dei cilindri 

Segui i prossimi appuntamenti della rubrica L’ABC dell’oleodinamica per scoprire i dettagli degli interventi da effettuare per la manutenzione di un impianto oleodinamico.

Clicca qui per scoprire di più!

Previous articleWorkshop “Loading the future”
Next articleL’enogastronomia italiana sempre più rilevante nel mondo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here