La seconda edizione del Salone Nautico di Venezia, in programma dal 3 al 7 giugno a Venezia, si terrà, come la prima edizione, presso l’Arsenale. 

Questo appuntamento sembra già il più atteso per i grandi cantieri, sia per il valore della città lagunare che per l’interesse rivelato dal mercato orientale.

Venezia, a differenza di molte altre città in cui si tengono saloni nautici, è proiettata all’internazionalità della manifestazione che sembra essere il punto di partenza di un evento che si collega al Montenegro, alla Grecia, fino ad arrivare ad Instanbul. Inoltre, l’aeroporto e le splendide locations fanno sì che il Salone Nautico di Venezia non abbia rivali.

L’anno scorso l’evento ha visto circa 30mila visitatori varcare le sue porte, e, per questa edizione, ci si aspetta un afflusso ancora maggiore. L’obiettivo dell’edizione di quest’anno è quello che il salone diventi una “full floating experience”, con un numero sempre maggiore di barche a vela e di dibattiti con tematiche concernenti l’ambiente e i motori ibridi e innovativi. Anche per questi motivi la manifestazione ha anche ottenuto la certificazione ISO20121 da parte di Bureau Veritas Italia. 

Grazie al via libera da parte del Comune di Venezia ai lavori all’edificio N116 e alla banchina detta “la Nuovissima”, la superficie espositiva a disposizione, sia a terra che in acqua, è aumentata notevolmente. 

DELTA2 Oleodinamica, con la sua produzione e progettazione di centraline oleodinamiche, è attiva anche nel settore dell’industria navale. Vuoi saperne di più? Scrivici!

Hai bisogno di una consulenza per la tua centralina oleodinamica?

DELTA2 Oleodinamica ha la risposta per qualsiasi tua esigenza! Non esitare a contattare i nostri tecnici!










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    Previous articleIl packaging del 2020 dice addio alla plastica
    Next articleTorna il Salone dell’edilizia con MECI 2020

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here